PISTACCHIO: UNA STORIA DI COLORI E SAPORI

Il pistacchio, dal colore e sapore inconfondibile, è una delle più antiche specie di frutta secca della storia. Le sue origini risalgono addirittura al Paleolitico, infatti reperti archeologici testimoniano la presenza del pistacchio già nel 6760 a.C. nelle terre della Giordania. Furono gli Arabi però, grazie alla conquista della Sicilia nel X° secolo, ad introdurre e aumentare la coltivazione della pianta anche in Italia. La sua produzione si concentra nel territorio alle pendici dell’Etna: la pianta del pistacchio verde di Bronte è, infatti, una varietà tipica della regione siciliana. Antico, ma contemporaneo allo stesso tempo, il pistacchio non è solo un frutto ricco di storia ma è tra gli alimenti di maggiore tendenza capaci di sedurre il palato. È infatti uno dei prodotti più ricercati ed in voga negli ultimi anni, protagonista di centinaia di piatti e ricette e di numerose ricerche ed approfondimenti che hanno confermato importanti benefici per la salute.

I pistacchi, mangiati come parte di una dieta equilibrata e sana, abbassano i lipidi e le lipoproteine, fattore di rischio per le malattie cardiache. Tra la frutta secca sembra che siano proprio i pistacchi a mostrare i maggiori benefici su elevati livelli di colesterolo LDL ossidato.

Penny Kris-Etherton, professore di nutrizione presso Department of Nutritional Sciences; Department of Biobehavioral Health; Integrative Biosciences, The Pennsylvania State University, ed il suo team di professionisti, hanno condotto un esperimento di alimentazione controllata per testare gli effetti dei pistacchi sui livelli di antiossidanti quando aggiunti a una dieta moderatamente sana.

I partecipanti hanno seguito una tipica dieta americana composta da 35% di grassi totali di cui 11% di grassi saturi per due settimane. Sono state proposte 3 diete differenti: una senza pistacchi con circa il 25% di grassi totali e l’8% di grassi saturi e 2 diete arricchite con pistacchi, 45 gr e 85 gr, rispettivamente per le diete 10 e 20%.

Entrambe le diete al pistacchio hanno prodotto livelli sierici più elevati di beta-carotene, luteina e gamma-tocoferolo rispetto alla tipica dieta americana. Rispetto alla dieta senza pistacchio, le diete arricchite con pistacchi hanno prodotto livelli di plasma sanguigno più elevati di luteina e gamma-tocoferolo. Dopo aver mangiato entrambe le diete arricchite con pistacchio, i partecipanti avevano concentrazioni di LDL ossidate inferiori nel sangue rispetto alla dieta di controllo Step I.

Controllando le variazioni di colesterolo i ricercatori affermano che una dieta sana per il cuore prevede il consumo di pistacchi i quali contribuiscono a ridurre i livelli sierici di LDL ossidati, in parte attraverso l’abbassamento del colesterolo e con l’ulteriore vantaggio di assumere antiossidanti dai pistacchi.

GUSTOSI’ CUOR DI PISTACCHIO

Pagani Chef, brand di Fratelli Pagani, da sempre attenta a soddisfare i bisogni del consumatore finale nel rispetto di un’alimentazione sana e di qualità, ha prodotto la sua nuova Gustosì Cuor di Pistacchio; una new entry, nella linea Gustosì, che è stata presentata ad IFFA 2022 per raccontare una nuova storia tutta italiana.

Senza allergeni, dal gusto unico, denso e saporito, Cuor di Pistacchio arricchirà gli elaborati gourmet (a base di carne, pesce o matrici vegetali) di gusto intenso, con l’obiettivo di proporre prodotti Clean Label.

Per approfondire queste tematiche e trovare le giuste soluzioni sia in termini di qualità di prodotto sia per differenziare la vostra offerta, potete contattarci attraverso questo form di contatto.

Prec.
UN VOLO DIRETTO A IFFA
Succ.
UN’AZIENDA, TANTE NOVITA’ E UN NUOVO SUCCESSO…
Potrebbero interessarti
Menu